Back to Legal Updates

Legittimità delle procedure orali in videoconferenza all’European Patent Office (EPO) – Ultimi aggiornamenti

Il tema dell’ammissibilità legale delle udienze orali in videoconferenza senza il consenso delle parti coinvolte è stato trasmesso all’Enlarged Board od Appeal (EBoA). In base ai recenti sviluppi, sappiamo che un solo quesito è stato preso in esame.

Condurre una procedura orale in forma di videoconferenza è una pratica compatibile con la disciplina che regola le udienze orali, come enunciato dall’articolo 116(1) EPC, nel caso in cui non tutte le parti coinvolte abbiano acconsentito a condurre la procedura orale in forma di videoconferenza?

Questa istanza non sarà presa in considerazione dall’EBoA. Come primo passo, l’EBoA probabilmente inviterà le parti interessate e il Presidente dell’EPO a presentare delle osservazioni scritte. Poi fisserà la data per la procedura orale in cui tali questioni saranno discusse di persona. Per concludere, l’EBoA emetterà una decisione scritta.

L’EBoA potrebbe considerare inammissibile l’istanza. In ogni caso, anche se dovesse rifiutarla in questi termini, ci aspettiamo che un simile quesito possa essere ripresentato successivamente. Qualsiasi segnalazione futura sarebbe il frutto della strategia di rimandare le procedure a fronte di una reale e importante preoccupazione sull’uso delle udienze orali in videoconferenza o per altre ragioni commerciali. Perciò, anche grazie all’effetto che questa istanza avrà su altre questioni in sospeso, molti soggetti avranno interesse ad arrivare a una decisione rapida su questo tema. Ci aspettiamo e auspichiamo che l’EBoA si esprima presto in proposito.

Nella decisione interlocutoria che contiene l’istanza per l’EBoA, il Board of Appeal ha riesaminato la questione e la giurisprudenza ad essa relativa, suggerendo che l’interpretazione letterale della legge supporti la posizione secondo cui il diritto ad una procedura orale dovrebbe essere interpretato come il diritto ad avere un’udienza in persona. Inoltre la decisione interlocutoria ha argomentato che il Travaux Prèparatoires dell’European Patent Office ha supportato ulteriormente questa interpretazione.  Sebbene il Board of Appeal di riferimento abbia ritenuto che altre interpretazioni siano appropriate, nel complesso sembra propendere per l’interpretazione secondo cui il diritto alle procedure orali si estenda al diritto di accedere a udienze orali in presenza.

Per concludere, la questione ora si trova all’esame dell’EBoA che deciderà nel modo che riterrà più opportuno. Data l’importanza che riveste per tutti i soggetti coinvolti, ci auguriamo che la decisione sia emessa al più presto.

Questo articolo è un adattamento dell’originale a cura di Thomas Gibb, Murgitroyd UK

Contact Us

Speak to our attorneys to find out more.

Dr Thomas Gibb

Head of Professional Practice
Southampton